Sapereplurale

Martedì, Ottobre 22, 2019

logo saperepluraleSaperi, competenze, pratiche e narrazioni nel sociale
E-mail: info@sapereplurale.net
Associazione di promozione sociale

facebookgoogle plustwitterrss

Home Mostre Visualizza articoli per tag: memoria
Visualizza articoli per tag: memoria
Martedì 08 Ottobre 2019 12:52

LiberAzioni 2019

Il Progetto LiberAzioni – Arti dentro e fuori dal carcere coinvolge persone detenute e persone libere.

SaperePlurale, come nella prima edizione, in collaborazione con la Cooperativa Etabeta, ha promosso e organizzato il concorso di scrittura di racconti brevi dedicato alle persone detenute in tutta Italia.

Il tema del concorso, per questa edizione, è stato: IO SONO TANTI/E. Tutti/e quelli/e che sono stato/a, sono e sarò

Sono stati selezionati 10 racconti finalisti e ora sono al lavoro tre giurie:

  • le giurie degli esperti e delle persone detenute, riunite nella Casa Circondariale di Torino, hanno deciso congiuntamente l’assegnazione del Primo premio
  • il Secondo premio è assegnato da una Giuria popolare, riunita presso la Biblioteca Cognasso, nel quartiere delle Vallette
  • il Premio speciale Diritti Globali è assegnato da una giuria curata da SocietàINformazione, che pubblica annualmente il Rapporto sui Diritti Globali

La premiazione avverrà il 20 ottobre 2019, nell’ambito del festival LiberAzioni, a Torino

Tutte le informazioni sulle giurie e sul Festival sulla pagina Facebook del Festival

Vedi il programma completo del Festival

Si sono conclusi anche i due laboratori autobiografici curati da Sapereplurale con Coop Etabeta, uno all’interno del carcere torinese, nelle sezioni femminili, e uno nel quartiere delle Vallette: le scritture, condotte sui medesimi temi, saranno nuova occasione di incontro e dialogo tra interno e esterno. Anche il tema dei laboratori è: IO SONO TANTI/E, centrato sulla molteplicità dell’io e sulle identità “in movimento”.

Leggi/scarica il booklet che illustra il lavoro del laboratorio con le donne detenute

Pubblicato in News
Lunedì 23 Settembre 2019 16:55

LiberAzioni - Appuntamento del 15/10/19

Nell'ambito del Festival nazionale LiberAzioni, che promuove attività artistiche che mirano a dare voce alle persone detenute e a favorire la conoscenza e il dialogo tra carcere e territorio, Sapereplurale con EtaBeta e Láadan - Centro culturale e sociale delle donne organizza

Donne recluse. Esprimere la forza, esprimere la bellezza

Dialoghi, narrazioni e immagini dalla detenzione femminile

Martedì 15 ottobre, ore 18.00 Láadan - Centro culturale e sociale delle donne via Vanchiglia 3, Torino

 

Vai al flyer dell'evento

Vai alla pagina FB dell'evento

Informazioni: www.facebook.com/liberazionifestival/

Per saperne di più sul libro vai al sito di Rio Terà dei Pensieri

Pubblicato in News
Mercoledì 17 Aprile 2019 11:35

Lascia la porta aperta

PER NON DIMENTICARE. Racconti dalla notte dell'incendio

In occasione dei 30 anni dall'incendio del 3 giugno 1989 al carcere delle Vallette di Torino

Spettacolo di teatro/canzone
con il gruppo vocale gli Abbaini
regia e voce narrante Olivia Buttafarro
direzione artistica Floriana D’Andrea
azioni sceniche Matteo Squillari
chitarra e voce Giovanni Acchiardi

Scarica la locandina

Pubblicato in News
SaperePlurale di nuovo partner del Progetto LiberAzioni - Festival delle arti  dentro e fuori, seconda edizione.
Il progetto -  sostenuto dal Comune di Torino, Bando AxTO - come nel 2016-2017 promuove attività artistiche che mirano a dare voce alle persone detenute e a favorire la conoscenza e il dialogo tra carcere e territorio.
LiberAzioni promuove  iniziative, interne ed esterne,  nei campi della letteratura e del video, con due bandi di concorso a  livello nazionale, e  del disegno, della scrittura  creativa  e dell'attività autobiografica a livello locale. Organizza il Festival nazionale LiberAzioni,  che si terrà a Torino  dal 18 al 20 ottobre 2019, che ospiterà attori, scrittori e videomaker di fama nazionale e premierà i vincitori dei due concorsi: quello di scrittura per racconti brevi, destinato alle persone detenute, e quello di cinema aperto a tutt@. 
I soggetti promotori sono: Associazione Museo Nazionale del Cinema (coordinatore), Antigone Piemonte, Cooperativa Etabeta, SaperePlurale, SocietàINformazione, Associazione Lacumbia Film e Associazione Quinto Polo. 
 
SaperePlurale, insieme alla Cooperativa Etabeta, organizza 
  • il Bando di concorso per racconti brevi  IO SONO TANTE/I. Tutte/i quelle/i che sono stata/o, sono e sarò. Leggi il testo del bando che contiene tutte le informazioni relative
  • il laboratorio di scrittura autobiografica  IO SONO TANTE. Scrittura, ricordi, giochi, progetti, dialogo alla scoperta di noi stesse, con le donne delle sezioni femminili del carcere Lorusso e Cutugno di Torino,  dal 27 febbraio al 17 aprile
  • laboratorio di scrittura autobiografica IO SONO TANTE/I. Tutte/i quelle/i che sono stata/o, sono e sarò aperto a tutt@, che si terrà presso la Biblioteca civica Cognasso del quartiere Le  Vallette, a Torino, dall'8  maggio al 5 giugno. La  partecipazione è gratuita, serve l'iscrizione. Al termine del laboratorio chi lo desidera potrà incontrare le donne detenute che hanno  seguito il laboratorio interno. 
  • Se vivi a Torino, iscriviti subito! 
Pubblicato in News
Giovedì 31 Gennaio 2019 12:59

I tempi dell'incendio

22.30-22.45

Alcuni detenuti dei blocchi maschili, che guardano sul blocco femminile, avvisano gli agenti che c'è un incendio al blocco femminile. Non si dà peso alle loro affermazioni

23.00 Le detenute danno l'allarme quando già le fiamme invadono alcune celle della sezione «A» e della sezione Penale. Le vigilatrici non hanno disposizioni, reagiscono individualmente, strette tra regolamento e buon senso. Si perde tempo, per andare a prendere le chiavi, per chiamare aiuto, per chiedere disposizioni
23.00-23.30

Nella sezione «A» qualche cella viene aperta dalla vigilatrice, aiutata da alcune detenute; al Penale, una sola cella viene aperta dalla vigilatrice di turno, con più ritardo. Le altre donne della «A» e del Penale, nonché tutte le donne del Nido e della sezione «B» rimangono chiuse almeno fino alle 24.00.
Intanto, alcune detenute scorgono del fumo, più chiaro, sui tetti del nido ed in fondo alla sezione «B».
Nel cortile sottostante, dove sono accatastati i materassi, alcuni agenti tentano di mettere in funzione gli idranti: i bocchettoni delle pompe hanno filettature incompatibili con quelle delle prese d'acqua. Non una goccia esce dagli idranti.
Non saltano fuori, ancora, le maschere antigas, e gli agenti danno consigli dall'esterno e dicono che non possono entrare. Gli agenti dall'altro lato del braccio, quello verso le caserme, paiono non rendersi conto dell'accaduto.
Sono intanto scattati i meccanismi antisommossa, rinforzata la guardia, è arrivato un elicottero

23.19

Solo ora vengono avvisati i Vigili del fuoco (notizia presa dai giornali)

23.25 circa

Arrivo dei pompieri: avvisati solo pochi minuti prima, arrivano 40 minuti (o 55 minuti, dal primissimo avviso) dal primo allarme, e a 25 dal secondo allarme, quello del femminile.
Alcuni detenuti del maschile (centro clinico) affermano ‑ e chiedono di essere sentiti dal magistrato ‑ che i mezzi dei Vigili del fuoco sono stati trattenuti ai cancelli

23.30-24.00 Entrano in funzione le pompe dei Vigili del fuoco che spazzano la struttura dall'esterno. All'interno, tutto si è già compiuto
24.00-00.30

(Qualcuna dice anche le ore 1.00), vengono aperte le celle delle sezioni, poste in salvo le donne ferite, trasportati i corpi di quelle decedute.
La sezione «A» viene aperta dai Vigili del fuoco, come la sezione «B», poco più tardi; il Penale viene aperto inizialmente da un solo agente munito di maschera antigas

Pubblicato in News
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 3